Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

160402.appuntamenti riquadro copertinaBambini e adulti spesso sperimentano un'ansia tutta speciale quando hanno a che fare con i numeri. Proponendo una visione più amichevole della matematica, il centro Link (Centro diagnostico e di supporto per i bisogni educativi speciali) si presenta al pubblico, nella sala incontri della nuova libreria Rinascita, sabato 2 aprile alle 11, con le psicologhe Rossana Chiarini e Nunzia Nastro che ci guidano a considerare le più frequenti difficoltà manifestate dagli studenti e propongono alcune strategie efficaci per superarle

Scarica il programma

Con un appuntamento che affronta una delle “paure” più diffuse fra bambini (ed ex bambini diventati adulti senza essere mai riusciti a superarla), quella per la matematica, Link-Centro diagnostico e di supporto per i bisogni educativi speciali nato a Brescia nel 2015 - propone un incontro per far conoscere i servizi che offre alle famiglie in cui le difficoltà scolastiche dei figli rappresentano un problema.
Link è nato come frutto della collaborazione fra due cooperative sociali, La vela e La Mongolfiera “Perché - sostengono gli operatori del centro- crediamo nell’importanza al diritto di apprendere di ogni persona”. Attraverso il progetto, infatti, si affiancano i bambini e i ragazzi, ma anche le loro famiglie, per garantire crescita, formazione e quindi autorealizzazione.
Le difficoltà scolastiche possono essere ricondotte a cause diverse: familiari, sociali, di contesto piuttosto che a ragioni fisiche, psicologiche o biologiche. Importante però – sostengono a Link - è comprendere il bisogno specifico del bambino, per predisporre le strategie e i supporti adeguati, con il coinvolgimento di genitori, insegnanti e di tutti coloro che hanno un ruolo educativo nei suoi confronti.
La scuola, attraverso la normativa sui Bes (Bisogni educativi speciali) ha messo a fuoco il problema, ma ha bisogno di interlocuzione e collaborazione con le famiglie, che a loro volta sono troppo spesso disorientate o incontrano difficoltà ad accedere agli strumenti più utili.
A partire, quindi, dallo “scoglio” che per tanti , ma in particolare per coloro che presentano specifiche difficoltà, l'apprendimento della matematica rappresenta nel percorso scolastico, la psicologa Rossana Chiarini illustrerà come nello sviluppo delle competenze numeriche nel bambino possano interferire convinzioni e autentici circoli viziosi, una sorta di “aura” che circonda la matematica e che spesso è all'origine dell’ansia che bambini e adulti sperimentano quando hanno a che fare con i numeri.
Richiamando lo stretto legame tra meta-cognizione e matematica, la psicologa spiegherà come l'approccio metacognitivo favorisca le abilità di problem solving e riduca le più diffuse difficoltà incontrate dagli studenti

L'intervento della psicologa Rossana Chiarini

La matematica è la cosa noiosa e un po' crudele che si studia a scuola?
160402.appuntamenti copertina
Per Enzensberger la matematica è un mondo immaginario che riserva continue sorprese ed è capace di colpirti con la sua genialità. Il mago dei numeri, scritto per una bambina di dieci anni ma destinato ai lettori di tutte le età, ne è la prova.

in libreria 9 libri da leggere

160402.appuntamenti link160402.appuntamenti mongolfiera160402.appuntamenti vela
Che cos’è Link?
Link, Centro diagnostico e di supporto per i bisogni educativi speciali (accreditato per effettuare la valutazione per il Disturbo Specifico dell’Apprendimento-DSA valida ai fini scolastici) nasce a Brescia nel 2015 dalla collaborazione tra la Cooperativa La Vela e la Cooperativa La Mongolfiera.
Avvalendosi di un team di professionisti, il centro Link affianca gli studenti e le loro famiglie nell’affrontare gli ostacoli, fisici o sociali, che rendono complesso il percorso di apprendimento offrendo non soluzioni, ma strumenti di sostegno nel percorso verso l'autonomia.

Informazioni:
tel 030 2530343
www.centrolink.org