Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

160406.appuntamenti riquadro copertinaPier Luigi Maria Dell’Osso, magistrato, esordisce nella narrativa con il romanzo Lo strano caso di Candida Rosa e di Voltaire: una storia d'amore nata come divértissement, ma densa di impegnativi riferimenti filosofici. Mercoledì 6 aprile, alle 17.30, l’autore lo presenterà in libreria dialogando con Piera Maculotti, giornalista e critica letteraria.

Scarica il programma

160406.appuntamenti copertina

Pier Luigi Maria Dell'Osso
Lo strano caso di Candida Rosa e di Voltaire,ovvero degli arcani percorsi di una storia d’amore
Tip.Le.Co 2014, 224 pp., € 16,00
«Amare vuol dire non dover mai chiedersi: E dopo?
Perché un dopo, semplicemente, non esiste. 
Amare, amare veramente significa vivere un incessante, 
continuo, infinito Adesso, che, in quanto senza fine, 
non può avere un dopo» (Candida a Voltaire)

La strana storia d’amore di Voltaire e Candida
di Angela Dessì, Bresciaoggi, 24 febbraio 2016

I libri, Pier Luigi Maria Dell'Osso, li divora come fossero noccioline. Sia che si tratti di leggerli – sullo scrittoio di camera sua (sul comodino tiene solo l'orologio) non mancano mai la «Teoria della relatività generale» di Einstein e Dante e Shakespeare in tutte le loro declinazioni – sia che si tratti di comporli di suo pugno. Rigorosamente armato di carta e matita, quando non ha sottomano il suo fedelissimo tablet. Non a caso, la sua personale, ponderosa bibliografia scientifica comprende volumi di diritto, economia, filosofia del diritto, storia e filosofia teoretica e molto altro, per lo più scritti in lingua originale (oltre all'italiano, in francese o in spagnolo o in inglese), a seconda dei luoghi o delle università di destinazione.
Pochi si aspetterebbero, però, che Pier Luigi Maria Dell'Osso, ben noto e stimato giurista, prendesse carta e penna per scrivere un romanzo d'amore. Si, perché «Lo strano caso di Candida Rosa e di Voltaire» è proprio questo: un romanzo d'amore, un divértissement, come ama definirlo lui.

Il testo completo dell’intervista

le foto dell'incontro in libreria

160406.appuntamenti 07160406.appuntamenti 05