Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

160507.appuntamenti riquadro copertinaPobic è nata oltre 20 anni fa a Brescia ed è attiva in Costa D'Avorio, Nigeria, Marocco, Ucraina. Con il Progetto “Cuore aperto" cura bambini che necessitano di interventi cardiochirurgici. La presentazione dei due libri della collana fotografica inaugurata da Pobic per far conoscere la propria attività sabato 7 maggio, alle 11.00, nella sala incontri della libreria è l'occasione per incontrare il presidente Paolo Novellini e i volontari dell'associazione, che saranno intervistati dal giornalista Marco Bencivenga, caporedattore di Bresciaoggi e grande amico di Pobic.

Scarica il programma

Due i progetti principali di Pobic: “Emergency Transport” e “Cuore Aperto”, di cui i libri usciti raccontano le avventure attraverso i volti e le storie. Bambini affetti da gravi patologie al cuore, incurabili nei loro paesi, sono trasferiti in Italia con le loro madri, per essere operati all'ospedale Gaslini di Genova e ospitati durante la convalescenza nella casa alloggio di Pobic, prima di tornare a casa, guariti.
Il primo libro racconta l'esperienza in Costa D'Avorio, il secondo, presentato in anteprima il 7 maggio, quella in Nigeria, destinazione dei viaggi di Pobic nel 2013 e 2014. L'introduzione è di Marco Bencivenga, caporedattore di Bresciaoggi, il quotidiano che ha sempre informato i lettori sulle attività della ong bresciana.
La collana fotografica proseguirà con la prossima pubblicazione di altri due volumi: a storia dell'associazione e il viaggio in Nigeria nel 2015, con la prefazione di Paolo Corsini, senatore e vicepresidente della terza commissione permanente esteri del Ministero.

160507.appuntamenti riquadro ca160507.appuntamenti riquadro nigeria

«Le bellissime fotografie che illustrano questo libro-documento, in particolare, raccontano due mondi diversi e distanti – sia geograficamente sia per qualità e quantità di risorse disponibili –: due mondi quasi agli antipodi, ma che grazie a Pobic si toccano e si completano a vicenda, come le due metà della stessa mela»

Marco Bencivenga leggi l'introduzione