Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

160526.appuntamenti riquadro copertinaPer decenni dimenticati in un cassetto e inopinatamente ritrovati, gli scritti giovanili che Gaetano Cinque pubblica oggi sono materia incandescente, sorprendente per il loro stesso autore. Alla loro lettura, compare la sensazione di avere a che fare con qualcosa di pericoloso, di proibito: Manoscritti scandalosi, appunto, un archivio della propria adolescenza, di un sé che si stenta a riconoscere, e che riporta in vita un mondo intero, insaporito dai decenni e dall'odore di chiuso. Il libro sarà presentato in libreria giovedì 26 maggio alle 17.30. Con l’autore dialogherà la giornalista e critica letteraria Piera Maculotti.

Scarica il programma

Il materiale venuto alla luce è risultato composto da moltissimi quaderni scritti con grafia curata e chiara, da fogli dattiloscritti con una Olivetti lettera Ventidue difettosa e da foglietti sparsi di appunti, testi poetici, annotazioni varie di vita quotidiana o di considerazione letteraria. Un materiale alla prima lettura caotico e informe. L'autore pian piano ha cercato di dare sistematicità ed è rimasto sorpreso, come se quello che leggeva non gli fosse appartenuto né per contenuto né per stile. Ha avuto difficoltà a riconoscersi in quei manoscritti e, quasi a giustificarne la distanza, li definisce scandalosi. In realtà la vera sorpresa è stata quella di avere tra le mani dei testi originali di un'età giovanile in qualche modo dimenticata, e più ancora l'eco di un decennio del secolo scorso molto particolare e significativo sia sul piano storico e politico in generale che per le forme espressive della tradizione letteraria. Dai documenti emergono, infatti, temi legati a correnti di pensiero del tempo e a suggestioni letterarie che avevano caratterizzato le varie avanguardie e sperimentazioni stilistiche e formali: nichilismo, esistenzialismo, surrealismo. Dominante è il tema dell'eros e dei rapporti di genere. Ma è l'insieme di un disagio esistenziale, di una noia e inadeguatezza persistenti a connotare una scrittura che risulta interessante sia per il valore documentale di un'epoca sia per gli intrecci narrativi dei vari generi proposti: drammi, racconti, diario, poesie. Un'antologia di scritti che potranno coinvolgere anche i lettori di oggi non solo perché rappresentano la voce diretta e originale di anni molto importanti (1963-1971), ma anche perché testimoniano un percorso formativo ed espressivo che vuole essere paradigma universale di un itinerario giovanile di ricerca dei significati di ciò che accade all'uomo e dall'uomo stesso provocato, spesso in maniera paradossale e inaspettata.
Ed ecco allora che lo scandalo non è più tanto nei contenuti narrativi proposti, nelle scelte linguistiche e di stile, bensì in quel coacervo di sentimenti, idee, pulsioni, che non riescono a trovare sintesi e azione propositiva di cambiamento e di miglioramento di un mondo che sembra essere precipitato nei meandri oscuri di un'umanità che ha smarrito ideali e speranze. E Schiele, posto quale copertina del libro con il suo dipinto del 1913 Amicizia, vuole essere una chiave di lettura di testi fortemente connotati di fisicità e di desiderio di riscatto.

Gaetano Cinque è nato a Portici (Na). Laureato in Lettere classiche all'Università degli Studi di Napoli, dal 1973 vive a Brescia, dove ha svolto la professione prima di insegnante e poi di preside nella scuola di Stato. Attualmente si dedica a pieno tempo all'attività di scrittore. Nel febbraio 2014 è uscito il suo primo libro Lettere da Trieste 1937-1940 pubblicato da Europa Edizioni. Nel giugno 2014 Caosfera Edizioni ha pubblicato il romanzo ibrido Dei semidei comuni mortali. Dalla scuola competente alla scuola come Utopia. Presso Europa Edizioni (2015) è uscito il suo terzo romanzo Tess, amica mia. Storia di un cane e della sua anima.
L'ultimo suo romanzo Cercando l'Antica Madre (Europa Edizioni 2015) ha conseguito il terzo premio al Concorso Nazionale di narrativa e saggistica "Il Delfino" (Marina di Pisa 2015).

160526.appuntamenti riquadro cover

Gaetano Cinque
Manoscritti scandalosi
Antologia giovanile (1963-1971 Adolescenza sesso e letteratura)
Europa Edizioni 2016, pp. 451, € 16,90