Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

tondi.incontriE' in libreria Domenica, il nuovo romanzo di Carlo Simoni pubblicato - dopo L’incompleto conoscersi e i racconti raccolti in Nessuno ha detto niente - continuando la collaborazione editoriale fra Secondorizzonte e Cierre edizioni. Venerdì 4 dicembre, alle 17.30 l'autore lo presenta in libreria, in una conversazione con il pubblico dei lettori che ne ascolteranno alcune pagine lette da Daniele Squassina.

Scarica la locandina dell'incontro

151124.simoniDomenica, la quarta di copertina:
E’ domenica, ma si sveglia prima dell’alba: non un incubo o l’insonnia, ma un’indistinta voglia di fare spinge Ezio ad alzarsi nella casa  ancora buia,  dove la moglie e la figlia dormono. Si limita a sfogliare qualcuno dei volumi che ha tolto dalla sua libreria e accatastato sul tavolo, per riordinarli e soprattutto per disfarsi di quelli che da anni non prende in mano.
E’ una di quelle domeniche destinate alla visita ai suoceri che abitano sul lago: un breve viaggio in treno, il pranzo, i soliti discorsi e poi il ritorno. Ma non sarà come le altre: Giacomo, il padre di sua moglie, che col tempo gli è divenuto amico, è malato. Sta vivendo i suoi ultimi giorni.
Non eventi imprevisti, ma riflessioni, ricordi, intuizioni che attraversano la mente di Ezio fanno di questa domenica una sorta di spartiacque nella sua vita. Ed è nella scrittura, nella decisione di scrivere della giornata appena vissuta, che il protagonista individua una via per introdurre un cambiamento decisivo nella propria vita. Una vita segnata dalla riluttanza a coincidere pienamente con la propria condizione, dalla tendenza a immaginare altri destini possibili sull’onda di un desiderio sempre proiettato in un indefinito domani.

Carlo Simoni, nato a Brescia nel 1949, è autore di numerosi saggi sulla vicenda economica e sociale contemporanea e sulle culture del lavoro nel Bresciano. Dal 1992 al 2008 ha diretto la casa editrice Grafo di Brescia, si è dedicato alla progettazione di musei della cultura materiale e a iniziative di recupero di aree storico-industriali. Fra il 2010 e il 2013 ha pubblicato presso Cierre edizioni i romanzi L'orizzonte del lago, I tempi del mondo, Il segreto dell'arte, e due racconti-testimonianza: Costruire la vita. Una storia gardesana e La pazienza di vivere. Storia di Andro.
Dal 2014 ha preso avvio la collaborazione fra Cierre edizioni e secondorizzonte, iniziativa editoriale che prende spunto dal sito Secondorizzonte. Spazi per la scrittura (www.secondorizzonte.it), un sito aperto a chi ama scrivere, oltre che leggere. Nell'ambito di questa collaborazione, prima di Domenica, sono apparsi il romnzo L'incompleto conoscersi (2014) e la raccolta di racconti Nessuno ha detto niente (2015)

La recensione di Nino Dolfo (Brescia Corriere della Sera)

L'intervista a Carlo Simoni di Nicola Rocchi (Giornale di Brescia)