Questo sito utilizza dei cookies interni per il funzionamento del sito. Continuando la navigazione accetti la policy sui cookies.
In caso contrario, ti invitiamo ad abbandonare la navigazione di questo sito.

160330.appuntamenti riquadro copertinaIn Matrioska, sua opera prima, Monica Felisetti svolge il racconto di un’attesa che diventa il dipanarsi di una vita, di incontri e presenze, di improvvise intuizioni. Come quella di essere stata «l’anello debole di una catena di patologia famigliare, l’elemento che interrompe un processo ma per far questo deve spezzarsi». L’autrice presenterà il romanzo in libreria mercoledì 30 marzo alle 17.30, in dialogo con Carlo Simoni.

Scarica il programma

«Immagina di avere davanti a te una grande matrioska di legno: sono io fino a ieri. Svita le due metà, aprile, dentro troverai un’altra matrioska: è mia nonna, la madre di mia madre, la donna con la quale tu hai concepito una figlia. Svita, apri anche questa e ne troverai un’altra: è tua figlia, mia madre così ieri come oggi. Non è finita, apri ancora: l’ultima matrioska, quella che non si svita e resta intera, sono io, oggi».
In questo gioco di contenuti e contenitori si svolge il racconto di un’attesa, anzi di due. Quella della figlia di una scrittrice che si trova davanti a una richiesta postuma emotivamente ingombrante – la lettura di decenni di diari privati della madre scomparsa – aspettando di capire il motivo di quell’ultimo desiderio. E quella della donna che nell’ultimo dei suoi quaderni – il «Quaderno dell’attesa», appunto – racconta di una prospettiva d’amore che si schiude quasi accidentalmente durante una festa, un desiderio coltivato attraverso le parole di un diario. Un’attesa che è anche una ricerca, la ricerca della «parola che dica tutto», nel timore che «nessuna parola mai riuscirà a dire, per intero, il corpo».
Una narrazione a molte voci, leggera e drammatica, ironica e sensuale, che pagina dopo pagina svela al lettore il contenuto segreto dell’ultima matrioska.

160330.appuntamenti matrioska

Monica Felisetti
Matrioska
Tralerighe 2016, 136 pp. € 14,00

Monica Felisetti (Milano, 1968) è laureata in Psicologia e ha scelto la psicoanalisi come riferimento teorico, occupandosi in particolare del rapporto fra parola e corpo. È stata direttrice di due comunità per donne in disagio e minori, collabora con scuole, servizi territoriali e gruppi di studio sulle tematiche del disagio psichico e sociale. Attualmente si dedica alla libera professione.
Matrioska è il suo primo romanzo.